top of page

Questo Articolo è offerto da

Brilla ancora la stella di Margherita Vanni nel gran finale di stagione. La piccola pisana è vice Campionessa Italiana U14.

Scherma Pisa 6 maggio 2024 -  A Riccione si sono svolti i Campionati Italiani U14, ovvero il Gran Premio Giovanissimi intitolato allo storico ex presidente della Federazione italiana Scherma Renzo Nostini che lo ideò ben sessanta anni fa.

Ed è proprio nel sessantesimo che la piccola figlia d’arte Margherita Vanni centra l’ennesimo podio stagionale. Dopo aver vinto sia il Gran Prix di fioretto che di spada dato dalla somma delle due prove nazionali si classifica seconda a Riccione, e conclude la sua stagione da Giovanissima come vice campionessa italiana.

Artefice come sempre di una gara disputata con autorità e sicurezza la Vanni approda in finale dimostrando bella scherma e carattere giusto, cedendo soltanto il passo e quindi il titolo alla coetanea padovana Prosdocimi Livia con il punteggio di 10-5.

Grande gara per la compagna di allenamenti Maria Campus, che fra le Ragazze si classifica undicesima e artefice di una bella rimonta durante l’assalto degli ottavi che la vedeva in svantaggio di ben 7 stoccate, poi vinto con il punteggio di 15-14.

Ad un passo dai primi sedici terminano il loro Campionato Italiano anche Bernardo Paganelli, Asia Riparbelli e Ludovica Spallanzani. Il primo cedendo di una sola stoccata all’udinese Tonini (poi finalista) in un assalto in cui comunque ha saputo far vedere bella scherma e piglio giusto, come del resto già da inizio gara. Anche Ludovica Spallanzani purtroppo vede sfumarsi fra le mani la possibilità di un meritatissimo ingresso fra le prime sedici proprio per una stoccata, concludendo la sua gara con un pizzico di rammarico ma anche con la consapevolezza di aver disputato una bella prestazione.

Ad Asia Riparbelli, alla sua primissima esperienza ad un campionato italiano non possiamo altro che fare i complimenti per aver svolto una gara lunghissima con doppia tornata di gironi nel miglior modo possibile. Come del resto hanno fatto anche i coetanei Laura Bresci ed Eugenio Arcipreti che terminano fra i primi sessantaquattro.  Per tutti loro sicuramente il primo Gran Premio Giovanissimi sarà stato colmo di emozione e nonostante questo hanno “lottato” fino in fondo e  ben figurato.

Si ferma ad un passo dalle prime trentadue anche l’Allieva Chiara Rossi, che disputa una gara un po' al di sotto delle sue reali capacità, ma che sapremo saprà farne tesoro consapevolmente per crescere ulteriormente.

Più indietro gli altri portacolori del Pisascherma Gabriele Tardelli, Sandro Borelli e le sorelle Elena e Flavia Pieri che comunque hanno saputo dimostrare di poter imparare dalle esperienze e migliorarsi sempre gara dopo gara.

 

 



foto Andrea Trifiletti

8 visualizzazioni

Komentar


bottom of page