top of page

Questo Articolo è offerto da

Doppietta storica per Margherita Vanni. A lei va il Gran Prix di fioretto e di spada nelle giovanissime. Il Presidente Calabrò soddisfatto di tutto il vivaio, Prime lame ed Esordienti compresi

Scherma Pisa aprile 2024 - Doppietta storica per la giovanissima Margherita Vanni artefice di un’impresa che mai nessun atleta del Pisascherma era riuscito a compiere, ovvero vincere due Gran Prix nello stesso anno in due specialità diverse, il fioretto e la spada.

Se è vero che buon sangue non mente con Margherita ne abbiamo avuto la certezza. Figlia primogenita del campione olimpico Simone Vanni e della fiorettista Annalisa Pichichero, la piccola Vanni ha dominato la stagione del trofeo Kinder + Sport Joy of Moving con due vittorie nelle due prove nazionali di Ancona e di Rovigo nel fioretto e con una vittoria nella prima prova nazionale di spada di Ravenna e con un terzo posto nella seconda di Vercelli. Tre vittorie su quattro prove nazionali disputate divise equamente fra fioretto e spada. Margherita ritirerà gli ambiti trofei durante il Gran Premio Giovanissimi, evento clou della stagione dedicata all’attività U14 che si terrà a Riccione nelle prossime settimane.

Ma Margherita è soltanto la punta di un iceberg composto da tanti ragazzini appartenenti alle categorie del GPG e anche molti più piccoli che quest’anno si sono affacciati per le prime volte sulle pedane di diversi trofei.

Grande soddisfazione infatti fra le file del Pisascherma come si evince dalle parole del presidente Giovanni Calabrò "negli ultimi tre mesi abbiamo visto i nostri atleti Irene Bertini, Matteo Iacomoni, Mattia Conticini e Matteo Betti vincere medaglie importanti ai recenti Campionati del Mondo ed Europei , in tutto tre medaglie d’oro, tre d’argento e due di bronzo, che ci hanno riempito di gioia e orgoglio. Ma è altrettanto bello vedere che anche nelle categorie dei più piccoli riusciamo ad essere molto competitivi, e questo ci fa ben sperare per il futuro. Il nostro gruppo U14 è molto coeso e pieno di entusiasmo come deve essere a quell’età e ad attenderlo ci sarà a breve uno degli appuntamenti più importanti della stagione, ovvero il Gran Premio Giovanissimi di Riccione, che spero affrontino con la giusta serenità ma altrettanta voglia di fare bene. Devo dire che il “vivavaio” è ricco, e si deduce anche dalla partecipazione dei piccolissimi esordienti e prime lame alle manifestazioni non agonistiche, e questo mi rende molto felice.”


22 visualizzazioni

コメント


bottom of page