Cerca

Europei U20: Irene Bertini e Matteo Iacomoni rappresenteranno l'Italia nel fioretto U20 e U17



Scherma Pisa 16 febbraio 2022 - Irene Bertini e Matteo Iacomoni ormai ci hanno abituato a grandi soddisfazioni, due fiori all’occhiello per la società pisana.

La scorsa stagione con la convocazione ai Mondiali U20 in Egitto e la vittoria di entrambi ai Campionati italiani Cadetti, si sono consacrati due vere eccellenze della scherma giovanile.

Nati e cresciuti sulle pedane del Pisascherma fin da bambini si sono dimostrati capaci di ottimi risultati dimostrando in più di un’occasione il loro talento in pedana.

Convocati fin da subito ai ritiri della nazionale U20 adesso si preparano ad affrontare i primi veri palcoscenici internazionali dopo lo stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria che gli ha precluso diverse partecipazioni a gare di Coppa del Mondo. La rassegna continentale sarà la vera ripartenza, l’ultima risale a ben due anni fa.


Ma vediamo nel dettaglio chi sono questi giovani atleti pisani:


Matteo Iacomoni classe 2005, sedici anni, innumerevoli titoli regionali vinti, tre ori ai Campionati Italiani, due negli U14 e uno negli U17, una vittoria in Coppa del Mondo U17 e presenza stabile da quest’anno nelle gare di Coppa del Mondo U20.

Tante partecipazioni ai raduni della Nazionale giovanile e adesso dopo la convocazione come riserva ai Campionati Europei U17 di Porec 2020 e la convocazione ai Mondiali U17 del Cairo 2021 (poi non disputati), finalmente arriva la possibilità per Matteo di gareggiare a Novi Sad ai prossimi Europei U17.

Ecco le sue parole: “Sono molto felice di questa convocazione, che mi ripaga di questi due anni in cui sono state annullate questo tipo di gare. Ma da questa situazione ci siamo saputi rialzare e questa notizia ne è la dimostrazione.

Irene Bertini classe 2004, diciassette anni e da questa stagione in forza al Centro Sportivo dei Carabinieri. Anche per Irene i risultati arrivano fin da subito, negli U14 ha vinto tanto, Campionati regionali, Italiani e un bronzo ai Campionati del Mediterraneo. Negli U20 può vantare un titolo italiano U17 e un bronzo nella categoria Giovani (da Cadetta). Anche per lei innumerevoli convocazioni agli allenamenti della nazionale U20 e sul finire della scorsa stagione anche a quelli della nazionale maggiore.

A soli 16 anni ha partecipato al Collegiale Pre Olimpico per Tokyo 2020 e proprio in questi giorni si trova al CPO di Roma per il suo quarto collegiale assoluto.

Per lei la convocazione all’Europeo di Novi Sad nel fioretto femminile rappresenta il primo vero appuntamento ad un campionato internazionale U20 in quanto come per lo Iacomoni pur essendo stata selezionata la stagione scorsa per il Mondiale Cadetti poi non partecipò per scelta della Federazione che decise di non inviare la delegazione azzurra per motivi legati alla pandemia da Covid19.

Ecco le parole di Irene: “Questa convocazione mi riempie di gioia. Per me la stagione è iniziata con la grande soddisfazione per l’inserimento nel Centro Sportivo dei Carabinieri e questa possibilità offertami dalla Federazione e dal CT di gareggiare per l'Italia in una kermesse così importante rende questo momento della mia vita ancora più bello.”

La società è ovviamente euforica e orgogliosa di questi due talenti come si evince dalle parole del Presidente Giovanni Calabrò: “Siamo felici per queste convocazioni, danno prestigio e lustro al Pisascherma. Sono traguardi che riempiono di orgoglio tutta la società, Irene e Matteo ci hanno abituato a grandi imprese e li ringrazio insieme a tutto staff tecnico e a tutti i compagni di sala.
Ricevere queste convocazioni serve da stimolo e spinta soprattutto per i più piccoli, che possono vedere nei più grandi un modello di riferimento da seguire, e mi sento di dire che Irene e Matteo lo sono in tutto”.




214 visualizzazioni