top of page

Questo Articolo è offerto da

Con gli Italiani Assoluti e le gare Gold e Silver si conclude la stagione agonistica.

Scherma Pisa 19 giugno 2023 - Con le gare di La Spezia e Brescia si conclude il calendario delle competizioni per l'attuale anno agonistico. in Liguria con la gara evento dell'anno ovvero il Campionato Italiano Assoluti e in Lombardia con il nuovo format dei nazionali Gold e Silver.


Nella competizione più ambita e difficile del palcoscenico assoluto erano cinque gli atleti che si allenano al Pisascherma, due spadiste (Sveva Dalia e Letizia Campani) e tre fiorettististi, Matteo Iacomoni delle FFOO, Irene Bertini dei Carabinieri e Marta Iacomoni.

Nel complesso una buona prestazione per tutti, anche se ci si poteva aspettare qualcosa di più, visti i valori e soprattutto gli andamenti della gare, ma si sa nella scherma si può vincere o perdere ...di un "niente".

E' stato il caso di Sveva Dalia e Letizia Campani che perdono il loro assalto di diretta rispettivamente nei trentaduesimi e nei sedicesimi per una stoccata: 15-14, davvero un gran peccato.


Stesso risultato per Matteo Iacomoni e Irene Bertini, entrambi "stoppati" nei sedicesimi rispettivamente da Francesco Pio Iandolo (CS Esercito) e Beatrice Monaco (Fiamme Gialle).


Una sola stoccata segna il destino anche nella gara a squadre di spada femminile nella massima serie.

Il team composto dal capitano Letizia Campani, Lucrezia Guerrazzi, Sveva Dalia e Vittoria Baroncini con due assalti persi a 44 non riescono a mantenere la serie e retrocedono di fatto in serie A2. Peccato, è davvero mancato pochissimo, soprattutto dopo le due belle rimonte della Campani.


Senza luci se non con quella della giovane Lucrezia Guerrazzi che si classifica settima nella gara gold di spada Brescia.

Nella competizione gold di fioretto sottotono la prestazione dei fiorettisti Mattia Conticini, Jacopo Del Torto, Lucrezia Guerrazzi, Federica Daidone e Lucilla Delitala.

Come anche nella serie silver che ha visto schierati nel fioretto: Gregorio Barsotti, Sergio Barsotti e Lorenzo Calabrò, mentre nella spada Giovanni Sodi.


Da tutti loro ci si poteva aspettare qualcosa di più, ma la stagione è stata lunga e le gare assolute soprattutto se affrontate da giovanissimi offrono sempre molte insidie dettate dall'esperienza dei partecipanti.



Foto Augusto Bizzi

9 visualizzazioni

Comments


bottom of page