top of page

Questo Articolo è offerto da

Matteo Iacomoni terzo nella gara a squadre in Coppa del Mondo U20 di fioretto

Scherma Pisa 6 novembre 2022 – La prova di Coppa del Mondo U20 a Londra ha segnato l’inizio dell’attività internazionale per il settore giovanile della nazionale italiana di fioretto.


Per il Pisascherma a competere sulle pedane del Lee Valley Athletics Centre erano presenti Matteo Iacomoni e il carabiniere Irene Bertini.


La competizione individuale del venerdì ha visto lo Iacomoni arrendersi nei sedicesimi al polacco Jakubowski dopo aver disputato una buonissima gara fino ad allora. Una sola sconfitta al girone e n. 18 del tabellone di diretta affronta nel primo assalto il lèttone Gafe che supera per 15-10, poi nei trentaduesimi il polacco Nowac per 15-8 fino alla sconfitta come abbiamo visto nell’assalto successivo con il punteggio di 15-14.


Per Irene Bertini questa esperienza si conclude nel primo assalto di diretta contro l’ungherese Kollar con il punteggio di 15-14 dopo aver disputato un girone con sole due sconfitte. Un risultato davvero al di sotto delle sue potenzialità, determinato probabilmente da qualche tensione di troppo che non le ha permesso fin dalla fase a gironi di esprimersi al meglio. Davvero un gran peccato.


Se dall’individuale ci si poteva aspettare qualcosa in più la gara a squadre invece ha regalato una bellissima esperienza a Matteo Iacomoni che con i compagni Di Veroli, Franzoni e Raimondi conquistano un bellissimo terzo posto.


Per Matteo era la primissima esperienza in coppa del mondo U20, inserito in una squadra che l’anno scorso aveva vinto tutto quello che c’era da vincere, prove di coppa, europei e mondiali. Una squadra rinnovata per metà e che pur raccogliendo un eredità “pesante” ha saputo iniziare la stagione nel migliore dei modi.

Ecco il cammino degli azzurri: negli ottavi contro la Corea l’Italia si impone 45-29, nei quarti per contendersi il posto in semifinale superano la Danimarca per 45-27. La sconfitta arriva proprio in semifinale per mano dei forti statunitensi per 45-29 precludendo di fatto alla squadra l’accesso alla finalissima.

Questo però non scoraggia il team che nella finale per il terzo e quarto posto supera gli ungheresi con il punteggio di 45-31, regalando loro il primo podio di stagione. Complimenti ai ragazzi e a tutto lo staff della nazionale che li ha guidati durante la gara, Fabrizio Villa, Giuseppe Pierucci, Stefano Barrera e Francesca Bortolozzi.




53 visualizzazioni
bottom of page