top of page

Questo Articolo è offerto da

Quattro medaglie agli Europei Cadetti e Giovani per il Pisascherma. Doppio Oro per Matteo Iacomoni e Argento e Bronzo per Mattia Conticini

Scherma Pisa, marzo 2024 - Matteo Iacomoni è campione d’Europa di fioretto maschile, dopo un percorso bellissimo, al tramonto di una gara perfetta. L’atleta delle Fiamme Oro che si allena al Pisascherma, testa di serie numero 2 del tabellone grazie a un en plein di vittorie nella fase a gironi, ha espresso una bellissima scherma per tutta l’intera giornata di gare, “travolgendo” uno dopo l’altro i propri avversari.

In avvio di percorso ovvero nel turno dei trentaduesimi supera per 15-2 il portoghese Vale, poi 15-3 al britannico Ulferts Kilpatrick e, negli ottavi, 15-9 al francese Pradel. Nei quarti, con un’autentica prova di forza, il poliziotto pisano ha superato per 15-10 l’ungherese Bagdany, entrando così in zona medaglia. In semifinale Matteo ha superato anche il belga Geudvert con il punteggio di 15-13, volando all’ultimo atto contro il francese Chagnon. Anche in finale Iacomoni ha comandato dall’alba al tramonto del match, esultando per la stoccata del 15-10 che ha fatto risuonare l’Inno di Mameli, la prima tra gli Under 20.

Questo è un grandissimo risultato per Matteo, che arriva dopo un inizio di stagione non proprio brillantissimo ma che finalmente lo ripaga di tutti i sacrifici e del lavoro svolto incessantemente tutti i giorni in palestra.

 

A far gioire il Pisascherma ci ha pensato anche Mattia Conticini che nei Cadetti, ovvero negli U17, si laurea vice campione europeo di fioretto.

Grandissima gara, da numero tre della diretta supera in ordine il portoghese Goncalves per 15-11, poi nei sedicesimi il ceco Kavecky per 15-9, negli ottavi il connazionale Pasin per 15-11 e nei quarti il francese Gaven per 15-9 e per Mattia era già medaglia certa.

In semifinale batte il britannico Kelly per 15-10 per poi cedere nella finalissima con l’austriaco Falchetto.

Alla sua primissima esperienza in una gara internazionale così importante Mattia ha saputo dimostrare una bellissima scherma e una maturazione incredibile che gli hanno permesso di ottenere poi insieme ai compagni Elia Pasin, Marco Panazzolo ed Emanuele Iaquinta un'altra preziosissima medaglia, quella di bronzo.

 

I cadetti italiani hanno debuttato nel tabellone degli ottavi con un 45-26 sulla Spagna. Il quartetto ha poi superato nei quarti di finale la Germania 45-31, entrando tra le “top 4”. In semifinale è stata sfida batticuore con Israele (poi laureatasi campione d’Europa), vissuta sul filo dell’equilibrio, e in cui gli azzurrini hanno ceduto soltanto all’ultima stoccata, con il punteggio di 45-44, ko che li ha dirottati alla finale per il terzo posto, contro l’Ungheria. Decisi a mettersi al collo la medaglia, i fiorettisti italiani hanno comandato il match dall’alba al tramonto, vincendo per 45-32 e conquistando così un meritatissimo podio.

 

Un ritorno dagli Europei più amaro per la carabiniera pisana Irene Bertini, che dopo aver iniziato la gara con un ottimo girone, superato nei trenduesimi l’ungherese Kalocsai per 15-5, nei sedicesimi la ceca Illekova per 15-3, cede all’atleta “neutrale” Levchuk per 15-10 negli ottavi, classificandosi undicesima.

La Bertini insieme alle compagne Matilde Molinari, Greta Collini e Vittoria Pinna si classifica poi quinta a squadre, ottenendo anche qui un risultato poco veritiero delle possibilità reali dell’intero team.

 

Un Europeo sicuramente dall’esito inaspettato per Irene, vista l’ottima stagione svolta in coppa del mondo U20 che l’ha sempre vista fra le protagoniste, ma nella scherma non si può mai dare niente per scontato e questo immeritato risultato sicuramente darà alla Bertini la “spinta” giusta per affrontare i prossimi appuntamenti.

 

Sono cariche d’orgoglio le parole del Presidente della società pisana Giovanni Calabrò: ”Questi sono momenti che ripagano del lavoro e dell’impegno profuso e ti rendono orgoglioso di essere il Presidente di una grande società come il Pisascherma.
Tre atleti che partecipano agli Europei in programma a Napoli, un campione europeo, un vice campione europeo, sono risultati fantastici. Tutto questo non sarebbe mai stato possibile senza i nostri Maestri, Istruttori, Preparatori e Atleti. Ma com’è giusto il palcoscenico è solo vostro, grazie Matteo, Mattia e Irene, il PISASCHERMA è orgoglioso di voi.”

 



Tutte le foto sono state tratte dalla pagina Facebook ufficiale della Federazione Italiana Scherma - Bizzi Team

 

 

6 visualizzazioni

Comentarios


bottom of page